IL BLOG DI ALESSANDRA MUSSOLINI
e mail: alessandra.mussolini@senato.it
twitter: @ale_mussolini_

mercoledì 17 ottobre 2007

Largo al "giovane"

Veltroni è il nuovo capo del nuovo capo del PD. Nuovo. Bah... Per Voi tutti una biografia del "giovane" leader.
Walter Veltroni è figlio di Vittorio Veltroni, dirigente della RAI degli anni cinquanta, scomparso quando Walter aveva un anno. Si avvicinò, come il padre, al mondo del cinema, ed è partendo da questa attività scolastica iniziò l'attività politica iscrivendosi alla Federazione Giovanile Comunista Italiana e non quindi, come ha più volte sottolineato, dalla scuola di partito alle Frattocchie, la "palestra" dalla quale è uscita gran parte dei futuri dirigenti del Partito Comunista Italiano. Nel 1976, a ventun'anni, fu eletto consigliere comunale di Roma nelle liste proprio del PCI, mantenendo questa carica fino al 1981. Nel 1987 divenne per la prima volta deputato nazionale. Un anno dopo entrò nel comitato centrale del Partito Comunista Italiano, ed in questa veste egli fu favorevole alla svolta della Bolognina di Achille Occhetto e alla nascita del Partito Democratico della Sinistra. Veltroni, che dopo la maturità era diventato giornalista professionista, fu scelto nel 1992 come direttore "di compromesso" de L'Unità. Sotto la sua direzione la testata continuò il processo di modernizzazione avviato fin dal 1982. Sempre nel 1996 Romano Prodi lo chiamò a condividere la leadership de l'Ulivo e, dopo la vittoria della coalizione del Centrosinistra, divenne vicepresidente del Consiglio e Ministro dei Beni Culturali e ambientali con l'incarico per lo spettacolo e lo sport. Nel 1998, dopo la caduta del governo Prodi, tornò a concentrarsi sul partito, che in seguito alla confluenza nel partito di formazioni di varia ispirazione, laiche e cattoliche (Sinistra repubblicana, Cristiano Sociali, Comunisti unitari, Laburisti) si era trasformato in DS, ovvero Democratici di Sinistra. I risultati ottenuti nella valorizzazione e nel recupero dei beni culturali gli sono stati riconosciuti anche all’estero: la Francia ha voluto insignirlo, nel maggio 2000, della Legion d'Onore. Nel 2001 venne scelto dal centrosinistra come candidato a sindaco di Roma in risposta alla Casa delle Libertà che aveva indicato Antonio Tajani di Forza Italia. Veltroni fu eletto sindaco con il 53% dei voti. Nel maggio 2003 gli è stata assegnata la laurea honoris causa in "Public services" dalla John Cabot University di Roma. Nel 2004 inaugura con gli studenti delle scuole romane una serie di viaggi in paesi dell'Africa volti a sensibilizzare gli studenti sul tema della povertà nel Terzo Mondo e per donare, con i soldi raccolti dagli studenti, nuove strutture, specialmente scuole, ai paesi visitati. Il primo viaggio, svoltosi nel 2004, ha avuto come meta il Mozambico, il secondo, del 2005, si è svolto in Rwanda, il terzo, del 2007, è stato in Malawi.Nel gennaio 2006 il Presidente della Repubblica Ciampi lo ha nominato Cavaliere di Gran Croce. Il 29 maggio 2006 è stato riconfermato sindaco della capitale con il 61,45% dei voti, miglior risultato nella storia delle elezioni comunali di Roma con l'elezione diretta del Sindaco, con cui ha battuto il candidato della Casa delle libertà Gianni Alemanno. Dal 23 maggio 2007 è entrato a far parte del Comitato nazionale per il Partito Democratico che riunisce 45 membri, i leader delle componenti del PD. A seguito di una serie di confronti tra le anime del nascente PD, viene individuato in Walter Veltroni il candidato designato alla guida del nuovo partito, sostenuto dalla larga parte della Quercia e da ampi settori della Margherita, affiancato, in ticket, da Dario Franceschini, presidente dei deputati dell'Ulivo. Il 20 giugno 2007, Piero Fassino e Massimo D'Alema si sono dichiarati favorevoli a candidare Veltroni come segretario del PD. Veltroni presenta la sua candidatura alle primarie del Partito Democratico il 27 giugno in un discorso al "Lingotto" di Torino, sottolineando i quattro temi chiave del nuovo partito: ambiente, patto generazionale, formazione, sicurezza. La nascita del Partito Democratico è avvenuta ufficialmente il 14 Ottobre 2007 con le primarie, alle quali hanno partecipato oltre tre milioni di cittadini. Walter Veltroni è stato eletto segretario del Partito Democratico con il 75% dei consensi: la sua nomina verrà ratificata dai membri dell'Assemblea Costituente Nazionale in occasione della prima riunione.
Ci domandiamo: ma veramente vogliamo affidare l'Italia a costui?

9 commenti:

Viva il Duce ha detto...

Io rabbrividisco. Ma mi piacerebbe che tutta la coalizione del centro destra si mobiltasse per denunciare le nefandezze che ha fatto a ROMA!

Giacomo - Trullo - Rm ha detto...

Le nefandezze di cui parla viva il duce sono sotto gli occhi di tutti. Il problema è che il centro destra non si deve incartare. Sennò fa la fine del 2006. Mi sembra giusto che si vada verso una federazione; chi ci sta bene, gli altri chissenefrega.

MARCO FUSCO ha detto...

Un branco di ignoranti erano e un brando di ignoranti sono rimasti

MARCO FUSCO

Anonimo ha detto...

FORZA NUOVA UNICA OPPOSIZIONE NAZIONALE


HTTP://WWW.FORZANUOVA.ORG

Orgoglio AS ha detto...

Ragazzi di Forza Nuova perchè non vi sforzate un pò di più?

Anonimo ha detto...

La sig.ra Floriani è una traditrice !!! è tornata tra le braccia di Fini...l'uomo che definì il Fascismo male assoluto !!!
Peggio di Badoglio...

Un ex militante di AS

Franco Deserti ha detto...

Ex militante sai di dire cose errate poichè nessuno è tornato nelle braccia di alcuno. E' pù facile dire così che dire la verità. Ora AS è una realtà che inteloquisce con tutti e non è nel ghetto. Con buona pace degli ex

PuntoTricolore.net ha detto...

http://puntotricolore.blogspot.com/

vi aspetto

A Noi!!!

Federico ha detto...

www.circologiovanedestra.blogspot.com

uno dei pochi siti della destra giovanile

Riguardo il caso Veltroni, io credo che la politca abbia bisogno di giovani perke i senatori a vota di 90anni, che noi manteniamo ancora, non lo vedranno mai il futuro.....
Buon lavoro

PS: viva il popolo italiano